Bisegna | San Sebastiano dei Marsi | Ortona dei Marsi | Carrito

GiovencoTeatroFestival

Teatro | Musica | Natura | Atelier | Giochi

16-27

agosto

Valle del Giovenco

Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

Il GiovencoTeatroFestival si snoda seguendo le sponde dell'omonimo fiume, si inerpica tra i sentieri nelle faggete e giunge fra vicoli e piazze dei paesi che ne condividono lo scorrere delle acque, del tempo e della Storia. Un incontro di giovani e artisti diversi per provenienza geografica e esperienza.  Un incrocio di vite, di maestranze, un fluire di  saperi da condividere e soprattutto da donare.  Compagnie o singoli artisti, danzatori, musicisti, attori, acrobati, scultori e pittori,  sono  stati scelti per la qualità del proprio lavoro e per la perfetta sintonia con lo spirito che anima il festival. Uno spirito che parla di un complesso gioco,  inteso come crescita, ricerca e condivisione; di Arte come scoperta e trasmissione profonda, di scambio interculturale inteso come ricchezza nella quale riconoscersi. Prenderanno vita all'interno dei paesi o nel fitto degli alberi sulla montagna, laboratori artistici a cielo aperto, danze e ritmi dal mondo, acrobazie aeree, canti, musiche, antichi giochi e dimenticate leggende, attività e spettacoli per tutte le età che risveglieranno sensazioni ancestrali che ci accomunano tutti, al di là di ogni confine politico-culturale. Il GiovencoTeatroFestival è un'occasione unica per le comunità locali per riconquistare e dare nuova vita a luoghi ormai quasi invisibili agli occhi dei più, e mira a coinvolgere in prima persona abitanti e visitatori in flusso creativo, eliminando la differenza tra palco e platea. Un grande quadro in movimento che rimette in moto la vitalità della trasformazione e della crescita sociale. Nessuno resterà a guardare, se non con lo stupore di chi fa parte di una grande storia.

Giovenco Teatro Festival // Un fiume di teatrO

Cinque anni fa ho immaginato per la prima volta di realizzare il festival in questo luogo, che mi sembrò ideale per accogliere e far crescere un’idea di Teatro che ha l’ambizione di mettere insieme mondi diversi in una continua ricerca nei campi artistici e in quelli coltivati, nei boschi popolati da orsi e lupi, nei diversi linguaggi del sapere umano. Ho immaginato questo festival non come un evento sporadico ma come progetto comune e condiviso con la comunità locale, come prospettiva - e sublimazione - di un paese spopolato, come crocevia di incontri. Teatro, danza, musica, arte e letteratura, intrecciate con il tessuto sociale odierno e con le memorie di questi luoghi: con l’aiuto dei compagni che di volta in volta sono stati al mio fianco sono riuscito a intravedere l’opportunità di realizzare un sogno condiviso nelle molteplici possibilità che nascono dall’incrociarsi di tradizione e innovazione. Siamo alla ricerca di un’identità comune per fare della Valle del Giovenco la casa di coloro che stanno cercando un’altra possibilità per l’essere umano. Ringrazio le amministrazioni comunali che sostengono l’iniziativa con grande entusiasmo ed energie sempre maggiori, con l’augurio di far crescere insieme questa nostra creatura che solo grazie alla sinergia fra amministrazione, artisti, comunità locale e al lavoro volontario di tanti, esiste e si rinnova.

 

Il direttore artistico

Andrea Bartolomeo

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now